Home : Calcio Napoli : Castro sfata il tabù San Paolo, Napoli sotto choc

Castro sfata il tabù San Paolo, Napoli sotto choc

Castro sfata il tabù San Paolo, Napoli sotto choc

Non disperdere continuità, nel gioco e nel risultato. Il Napoli che rincorre la quarta vittoria e che vuole confermare quanto di buono ha fatto vedere nelle ultime settimane. Il gioco è quello, il risultato no. Il Cagliari fa l’impresa, Napoli sotto choc. Il primo tempo è soporifero, bravo Olsen su Insigne. Nella ripresa i padroni di casa cambiano marcia e vanno più volte vicini alla rete sblocca-risultato. Due legni esterni colpiti da Mertens. Il Cagliari si prende l’intera posta dopo un magnifico contropiede orchestrato da Nandez e finalizzato dal nuovo entrato Castro. Koulibaly espulso per proteste, San Paolo ammutolito. Sono sconfitte che bruciano queste. E rischiano di pesare.
NAPOLI
MERET 6: ai limiti del senza voto, si ritrova a raccogliere nella sua rete il pallone ben infilato da Castro al novantesimo.
DI LORENZO 6.5: primo tempo in sordina, ripresa da padrone della fascia. Lotta, corre, si batte, pressa.
MANOLAS 6: impeccabile negli anticipi, ha anche una nitida occasione da corner. Sbatte su Olsen. Non prontissimo in marcatura in occasione del vantaggio sardo.
MAKSIMOVIC 6: una gara attenta, costretto ad uscire dopo un fastidio ai flessori.
46° KOULIBALY 6: espulso per proteste. Fotografia del mercoledì nerissimo della sua squadra.
MARIO RUI 6.5: rientra e decolla con una prestazione di buon livello. Se ne va con intraprendenza, crossa con lucidità. Su di giri sul contropiede di Nandez che porta al gol cagliaritano.
CALLEJON 6: proposizioni continue, assist al bacio da corner, il senso tattico dei giusti: ma non è una gara da ricordare.
ALLAN 5.5: sta addosso a Rog, ma si occupa pure di togliere corrente e sprint a Simeone. Gioca per disfare e fare. E non sempre lo fa bene.
ZIELISNKI 5.5: ci prova spesso e volentieri dalla distanza. Cincischia troppo a volte. Quando smusserà questa sua timidezza diventerà un top. Ma tant’è.
INSIGNE 5: occasione colossale tra i piedi dopo un assist al bacio di Mertens che lo posiziona davanti ad Olsen. Si lascia ipnotizzare. Cala e subisce.
74° MILIK 5.5: era lecito aspettarsi di più. La sua freschezza non incide, il Cagliari si impossessa della fine.
MERTENS 7: Llorente è l’infiltrato speciale, Dries il ricucitore vitale. Tiene i collegamenti tra centrocampo e attacco, si spende molto per gli altri e fa altrettanto per sé. Due legni sanno di beffa.
LOZANO 5: tanto fumo, poco arrosto.
66° LLORENTE 6.5: con il navarro Ancelotti tenta il colpo gobbo chissà mai che non riesca all’ex Tottenham a spezzare l’incantesimo della porta stregata da Olsen. Ci va vicino, non gli riesce.
ANCELOTTI 6: la perde male, perché i suoi avrebbero meritato l’intera posta. Niente drammi, si pensa già a domenica.
CAGLIARI (4-3-1-2) – OLSEN 7.5; CACCIATORE 6, PISACANE 7, KLAVAN 6.5, LYKOGIANNIS 6; NANDEZ 7.5, OLIVA 6, IONITA 5; ROG 5.5 (72° CASTRO 7.5); SIMEONE 6 (74° CERRI 6), JOAO PEDRO 6 (90° CEPPITELLI sv). All.: Maran 6.5.
foto: Ansa

su Andrea Fiorentino

Napoletano, cronista "seriale" di sport, cultura & spettacolo, artigiano di suoni, musicista e amante della parola scritta

Leggi anche...

Napoli – Rijeka 2-0: Politano e Lozano mettono il sigillo nell’arena Diego Armando Maradona

NAPOLI –  Il Napoli batte il Rijeka nella prima notte che battezza virtualmente a furor di ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi