Home : Calcio Napoli : Il Napoli è con Gattuso, anche se non dà spettacolo TOP e FLOP al Maradona contro il Parma

Il Napoli è con Gattuso, anche se non dà spettacolo TOP e FLOP al Maradona contro il Parma

L’allenatore ha incassato la totale e incondizionata fiducia dei suoi calciatori, ed è questa la molla ulteriore della sua passione. Della volontà, soprattutto, di non mollare. La forza del gruppo per la più difficile delle prove. Ne sono successe tante ultimamente. Ed è impossibile negare che ci sia una frizione tra De Laurentiis e Ringhio (fu) Star, come pubblicamente certificato da un allenatore che sa di essere da un bel po’ sotto la lente d’ingrandimento, con la paffuta faccia di Rafa Benitez (in primis lui) che si staglia in lontananza De Laurentiis osserverà dall’alto, dalla tribuna di uno stadio vuoto e però pieno di interrogativi che caleranno in una giornata indicativa, probabilmente sulla carta decisiva, per orientarsi sulle scelte immediate e del futuro prossimo: il Napoli non poteva allontanarsi dai piani alti, la zona Champions insomma, ormai fonte di sostentamento principale per qualsiasi club, e semmai dovrà offrire l’impressione che nel suo calcio ci sia un domani, quindi una speranza. Più importante dell’estetica e dei manierismi. A quelli ci si può pensare poi. Spazio alla concretezza adesso.

Il Napoli è con Gattuso, anche se non dà spettacolo TOP e FLOP al Maradona contro il Parma

Il calo di concentrazione e la mezza rimonta dello Spezia giovedì in coppa alimenta incertezze sulla tenuta mentale generale, contro i ducali Gattuso si è insomma preoccupato innanzitutto di dare continuità alle sue idee, di ridare alla squadra una chiara identità di gioco, anche a costo di cambiare le abitudini di qualche giocatore. Di essere meno belli e magari più concentrati. Il Napoli supera dunque 2-0 il Parma e ritrova la vittoria in campionato: azzurri avanti con Elmas al 32′, il raddoppio arriva nel finale con Politano: Palo di Insigne, ospiti raramente pericolosi in avanti. Piccola postilla a margine: Prendere un traghettatore servirebbe solo ad aumentare la confusione in calciatori che sono già disorientati, i grandi nomi per la panchina possiamo escluderli per motivazioni economiche, quindi la migliore strategia è il silenzio cominciando a lavorare per la prossima estate.

NAPOLI (4-3-3): Ospina 6; Di Lorenzo 6, Manolas 6, Koulibaly 6.5, Mario Rui 5.5 (77′ Hysaj sv); Elmas 6.5 (77′ Maksimovic sv), Demme 6, Zielinski 5 (70′ Bakayoko 6); Lozano 6.5, Petagna 5 (63′ Politano 6.5), Insigne 6. All. Gattuso 6

PARMA (4-3-3): Sepe 6; Conti 6, Osorio 5, Pezzella 5.5, Gagliolo 5; Grassi 5 (46′ Hernani 6), Brugman 6 (80′ Man sv), Kurtic 5.5 (81′ Cyprien sv); Kucka 5.5, Cornelius 4.5, Gervinho 6. All. D’Aversa 6.

foto: rete internet

su Andrea Fiorentino

Napoletano, cronista "seriale" di sport, cultura & spettacolo, artigiano di suoni, musicista e amante della parola scritta

Leggi anche...

Napoli – Sassuolo, i precedenti: vittoria emiliana nello scorso campionato

Ecco tutti i precedenti a Fuorigrotta: 25/09/2013 – Napoli 1 – 1 Sassuolo (14’ Dzemaili, 19’ ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi