Home : Ambiente : La camorra e la terra di conquista chiamata “Campania”. Ma un raggio di sole squarcia le tenebre: calano gli illeciti ambientali

La camorra e la terra di conquista chiamata “Campania”. Ma un raggio di sole squarcia le tenebre: calano gli illeciti ambientali

illecito ambientaleIn Campania diminuiscono gli illeciti ambientali, ma la regione mantiene il primato negativo di ‘cuore’ dell’ecomafia nazionale. Così il rapporto 2017 di Legambiente sui reati ambientali, che lo scorso anno in Campania sono stati 3.728: il 14,7% di quelli nazionali, con una media di 10 reati al giorno e 86 clan a gestire gli affari. Tuttavia nel 2016 Campania diminuiscono gli illeciti ambientali (-12,8%) a testimoniare una sempre maggiore efficacia dell’azione investigativa e repressiva. Dal primo gennaio 2010 al 31 maggio 2017 in Campania si sono registrate 43 inchieste, pari al 12% del totale nazionale, ben 318 arresti, 329 denunce e 22 sequestri. “La diminuzione degli illeciti  per Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania  rappresenta un segno di speranza per un territorio violentato da decenni. La strada è ancora lunga e sono necessarie risposte concrete dalla politica, a partire dalla vergognosa storia del risanamento dei territori”.

foto: rete internet

su Marco Carlino

Leggi anche...

Napoli, protesta davanti al municipio per sgombero nomadi. Padre Alex Zanotelli: “Incomprensibile decisione”

Donne e bambini nomadi in piazza a Napoli per dire no allo sgombero disposto dalla ...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi