Home : Calcio Napoli : MaraMertens – La sua punizione è una sentenza, Younes chiude le ostilità. Frosinone in B, Napoli in Champions

MaraMertens – La sua punizione è una sentenza, Younes chiude le ostilità. Frosinone in B, Napoli in Champions

MaraMertens – La sua punizione è una sentenza, Younes chiude le ostilità. Frosinone in B, Napoli in Champions

Il confronto è cominciato già lunedì sera al termine della brutta Pasquetta per colpa dell’Atalanta. I leader dello spogliatoio si sono guardati negli occhi e quasi in maniera automatica hanno cominciato ad analizzare il periodo nero. “Bisogna rialzare la testa”. “Così non va”. In tanti hanno preso la parola, c’è  l’onore da salvare in queste ultime giornate ed anche l’onere di un secondo posto da conservare. Il confronto sembra aver sortito gli effetti sperati: al Benito Stirpe il Napoli batte i padroni di casa ciociari e ottiene la certezza aritmetica di un posto in Champions. Detto fatto. Un gol per tempo. Risultato sbloccato da una punizione di Dries Mertens, il piccolo diavolo belga che raggiunge Diego Maradona terzo posto dei migliori marcatori all time del Napoli in Serie A. Il raddoppio è griffato Amin Younes, il migliore dei suoi. Il Napoli va all’ostinata ricerca del terzo gol e colpisce due legni nel giro di un paio di secondi, prima con Callejon e poi con Fabian, che sembra tornato quello di un mese fa. Nel finale, capitan Calleti – alla trecentesima in azzurro – si concede il personalissimo bis di pali colpiti. Tre punti che permettono agli azzurri di restare saldi al secondo posto. Per i ciociari è notte fonda. Gli azzurri salgono a quota 70 punti, avvicinando tantissimo la certezza della qualificazione alla prossima Champions League. Il Frosinone, fermo a 23 punti, potrebbe essere retrocesso al termine di questa giornata in base ai risultati di Genoa, Spal e Udinese.

NAPOLI 

OSPINA 6: ci sono anche le sue mani sulla vittoria. Dà sicurezza all’intero reparto, merita la conferma.

MALCUIT 6: è ritornato a spadroneggiare sulla destra. Parte in continuazione, le sue lunghe falcate hanno fatto ammattire la retroguardia ciociara, ma non è sempre preciso al cross.

88° ALBIOL sv: bentornato.

KOULIBALY 6.5: il garante di Ancelotti. Non si registrano errori, se non qualche narcisismo di troppo. Spiacevole l’episodio di razzismo nei suoi riguardi. Lui resta impassibile a guardare questi (soliti) idioti: è bravo l’arbitro La Penna ad andare a confortare e rassicurare il giocatore senegalese e per fortuna l’episodio resta isolato.

LUPERTO 6.5: premio alla generosità, tampona bene, in anticipo va forte. Con Meret, è stato convocato da Roberto Mancini per lo stage del prossimo 29 aprile. Congratulazioni.

GHOULAM 6: quando vola via sulla sinistra supera tutto quanto gli si oppone. Non è ancora ai suoi livelli, ma la prestazione offerta lascia ben sperare.

CALLEJON 7: capitano, 300 presenze con la divisa partenopea, una vita al servizio dei colori azzurri. Avrebbe meritato il gol, la sorte non è benevola con lui e gli dice “no” due volte.

ZIELINSKI 6: niente di particolare. L’impegno è indiscutibile, ma ancora non si è espresso per quelle che sono le sue vere qualità.

FABIAN 6.5: uomo tattico decisamente importante a ridosso dell’attacco e protettore della zona nevralgica. Di lotta e governo. Picchia e costruisce. Sembra tornato ai suoi standard.

YOUNES 7.5: elegante, dal viso gentile. Ma tanto efficace. Bel triangolo con Milik che gli consente il raddoppio. Mvp di giornata.

73° VERDI 6: entra e prova a tenere alta la squadra con qualche ripartenza. In poco tempo non avrebbe potuto fare altro.

MERTENS 7: è l’uomo della riscossa. Si inventa il guizzo che infrange le speranze del Frosinone di mettere paura ai suoi con un colpo maradonesco, sfiora il bis sempre da piazzato. Bello

MILIK 6: non riesce a trovare la chiave giusta per sfondare la diga dei tre centrali di casa, ma mette in condizione Younes di segnare. Sempre prezioso.

78° OUNAS 6: la sua qualità è indiscussa, dovrebbe passarla di più la palla. Quando lo fa, quasi non segna Callejon.

ANCELOTTI 6.5: la vittoria gli servirà a ritrovare quella serenità che gli ultimi eventi gli avevano tolto. Presenta la squadra che più gli dà garanzie, i fatti gli danno ragione.

FROSINONE – Sportiello 6.5, Goldaniga 6, Ariaudo 5.5, Brighenti 5, Ghiglione 5 (56′ Paganini 6), Gori 5.5, Maiello 6, Valzania 6 (76′ Ciofani D. 6), Beghetto 5.5, Trotta 5 (67′ Dionisi 6), Pinamonti 6. ALL.: Baroni 6.

Foto: gazzettadellosport

su Andrea Fiorentino

Napoletano, cronista "seriale" di sport, cultura & spettacolo, artigiano di suoni, musicista e amante della parola scritta

Leggi anche...

Napoli-Inter, Zielinski: “Felice per il gol e per la prestazione”

“Sono felice per il gol e per la prestazione complessiva”. Piotr Zielinski ha aperto la sfida contro ...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi