Home : Calcio Napoli : Mertens maravilla – Empoli liquidato sotto i colpi dell’attacco azzurro. Top e flop di Napoli-Empoli 5-1

Mertens maravilla – Empoli liquidato sotto i colpi dell’attacco azzurro. Top e flop di Napoli-Empoli 5-1

Mertens maravilla – Empoli liquidato sotto i colpi dell’attacco azzurro. Top e flop di Napoli-Empoli 5-1

Dries Mertens si prende la scena, brindano con lui Insigne e il redivivo Milik. Il Napoli dimentica in fretta il pareggio interno contro la Roma regalando al pubblico di Fuorigrotta un pirotecnico 5-1 contro i giovani dinamici di Andreazzoli. Niente fronzoli, la vittoria era l’unico risultato consentito per non perdere contatto dalla Juventus soprattutto adesso che l’Inter non sbaglia più. Giusti gli ammonimenti di mister Ancelotti: prima l’Empoli, poi il Psg. Pronti via, padroni di casa in vantaggio dopo appena nove minuti: Koulibaly porta palla dalla sua area e serve il suo fantasista: tocco di biliardo di Lorenzo Insigne che batte Provedel. Dopo dieci minuti di empasse, buona reazione dell’Empoli al gol azzurro, i toscani cercano di alzare il baricentro e giocare a viso aperto contro il Napoli, ma Mertens, devastante a campo aperto, lascia partire un diagonale beffardo che sorprende ancora l’estremo empolese. Careca raggiunto a 74 marcature azzurre, i radar del folletto belga puntano Attila Sallustro a quota 78. Un po’ di brividi sulla schiena ai presenti li mette Ciccio Caputo ad inizio ripresa, che approfitta di una disattenzione del centrocampo partenopeo e di un delizioso assist di Krunic per accorciare le distanze con un destro angolato che finisce alle spalle di Karnezis; nel momento più difficile della partita del Napoli, c’è ancora Mertens a venire in soccorso dei suoi e a mettere a posto le cose, trovando un’incredibile conclusione dal limite che si infila sotto il sette di un incredulo Provedel. L’Empoli non c’è più ed è gloria anche per il neoentrato Milik: contropiede perfetto dei ragazzi di Ancelotti, palla per Mertens che di prima trova la punta polacca. Il colpo del ko? Non ancora. Il famelico belga con le antenne dritte verso un nuovo record finalizza la pregevole assistenza di Insigne con un dribbling sul portiere e un tocco a porta vuota. Pairetto può fischiare, si può pensare a Cavani.

NAPOLI

KARNEZIS 6: imparabile la conclusione di Caputo, nega la gioia del gol a Di Lorenzo e Antonelli. Rigenerato.

MALCUIT 6.5: dà garanzie all’intero pacchetto arretrato sfoderando efficaci disimpegni e lunghe discese verso la porta avversaria. Non è più una sorpresa, ormai. Esce stremato.

MAKSIMOVIC 6.5: muro – quasi – invalicabile. Sbarra la strada ai piccoletti di Andreazzoli, mostra sicurezza e muscoli.

KOULIBALY 7: annulla ogni velleità empolese, eccezion fatta per la rete di Caputo. Discesa e assist da applausi che vale il gol del vantaggio.

HYSAJ 6: ha buon gioco lungo la mancina, anche se si spinge più sulla corsia opposta.

DIAWARA 5.5: regia intimorita e appannta. Molla il copione a inizio ripresa, regalando qualche sprazzo interessante.

ROG 5.5: porta a termine tutte le consegne, anche se soffre un po’ il talento di Bennacer. Un po’ in ombra rispetto ai compagni.

63° ALLAN 6: punto di riferimento della zona nevralgica azzurra. Evita rogne.

FABIAN 6: attua un bel lavoro di sponda e assistenza. Si mette in proprio nella ripresa tentando più volte la conclusione.

63° CALLEJON 6.5: chiamato giustamente in causa per fornire fosforo alla manovra e al sacrificio.

ZIELINSKI 6: vivace, anche se un po’ fatica a tornare ai livelli delle prime giornate. Buon senso tattico e qualche tentativo dalla distanza.

83° MILIK 6.5: entra e realizza il gol che cercava da tempo con un sinistro per palati fini. Ritrovato.

INSIGNE 7.5: un gol, un assist e la fantasia che lo contraddistingue. La partita prende la piega giusta grazie al suo tocco di fino.

MERTENS 9: spina nel fianco della retroguardia empolese, devastante a campo aperto, prende per mano i suoi e si porta a casa il pallone firmando una splendida tripletta. Giocatore totale. E certificato goleador.

ANCELOTTI 7.5: prestazione davvero buona dei suoi ragazzi. Umiltà, talento ed efficacia in zona gol. Ora si può pensare alla conquista del girone Champions con più credibilità. Il suo Napoli lo merita.

EMPOLI (4-3-3) – PROVEDEL 5; DI LORENZO 6, SILVESTRE 5, MAIETTA 5, ANTONELLI 6; ACQUAH 5 (67° ZAJC 5.5), BENNACER 6.5, TRAORE 6; KRUNIC 6 (68° PASQUAL 6), UCAN 6 (80° LA GUMINA sv), CAPUTO 6.5. All: ANDREAZZOLI 6.

foto: rete internet

 

su Andrea Fiorentino

Napoletano, cronista "seriale" di sport, cultura & spettacolo, artigiano di suoni, musicista e amante della parola scritta

Leggi anche...

Napoli spietato, l’Inter affonda. La vendetta di K2, Mertens e Fabian imperiosi

Napoli spietato, l’Inter affonda. La vendetta di K2, Mertens e Fabian imperiosi Mercato, allenatore, terzini, ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi