Home : Sport : Savoia-Mariglianese 0-1: al Giraud netto dominio dei bianchi, ma non basta. Alla fine arriva la prima sconfitta in campionato

Savoia-Mariglianese 0-1: al Giraud netto dominio dei bianchi, ma non basta. Alla fine arriva la prima sconfitta in campionato

Dopo una partenza coi fiocchi, condita dalla prima vittoria in campionato a Barano per 2-0 e dalla larghissima vittoria in Coppa Italia per 14-0 contro il Casamarciano, il Savoia torna sulla terra, costretto già ad inseguire le dirette rivali per la promozione. Inizio in salita nella prima al Giraud in campionato, dunque, per i circa 1500 supporters oplontini, che devono inchinarsi al cospetto di un’arcigna e attentissima Mariglianese. L’approccio iniziale errato della gara, con annessa leggerezza in fase difensiva, risulta fatale ai bianchi e determinante ai fini del risultato finale. Inutili gli assalti alla porta difesa da Cangiano per più di 70 minuti. Per il Savoia arriva il primo stop stagionale.

FORMAZIONI

Savoia (4-2-3-1): D’Aquino, Liguori Del prete Di Girolamo Riccio, De Rosa Liccardo, Di Paola Caso Naturale Galizia, Esposito. All. Fabiano

U.S. Mariglianese (4-1-4-1) :Cangiano Sparano Forino Cardore Pellini Caccia Tedeschi De Sapio Di Biase Amoroso Cirelli. All. Peluso

LA GARA. Al 4’ ghiotta occasione per la Mariglianese di passare in vantaggio: percussione sulla destra di Sparano, cross in area per l’accorrente Di Biase che svetta su tutti ma fallisce clamorosamente l’impatto con la sfera. Timido tentativo di reazione per gli oplontini con Del Prete che si esibisce in un tiro cross fuori misura: la sfera sfiora il palo alla sinistra di Cangiano. Al 9’ secondo affondo decisivo da parte dei biancoazzurri che passano con Di Biase: lancio dalle retrovie di De Sapio, che approfitta di un errore in disimpegno di Liccardo,  sulla traiettoria spunta il numero 9 biancazzurro che non fallisce l’appuntamento a tu per tu con D’Aquino, 1-0 per gli ospiti. Al 13’ i bianchi premono sul piede dell’acceleratore e vanno alla conclusione con Caso Naturale che si accentra e calcia, ma non trova lo specchio. Al 17’ doppia occasione per il Savoia: prima il sinistro di De Rosa che fa la barba al palo; poi Esposito a pochi centimetri dalla porta si divora il gol del pareggio. Dopo una partenza col freno a mano, i ragazzi di Fabiano prendono coraggio e preparano l’assalto alla porta avversaria. Al 26’ altra nitida palla gol per i bianchi: imbucata di Caso Naturale per Esposito che da posizione defilata, serve dentro Galizia, anticipato a botta sicura da un difensore biancoazzurro. La Mariglianese messa letteralmente alle corde, prova ad arginare la fisicità e la tecnica dell’attacco biancoscudato, completando la missione in maniera efficace e anche piuttosto fortunata. Sul finire della prima frazione di gioco cross di Del Prete dall’out di sinistro, ancora Esposito che sovrasta di testa il suo diretto avversario, ma colpisce in maniera debole e velleitaria. Poi è la volta di Caso Naturale che prova ad impensierire in ogni modo Cangiano, persino di testa, ma Cangiano è reattivo e attento. Duplice fischio di Liotta che manda tutti negli spogliatoi. Immeritato per il Savoia il parziale che sta maturando al Giraud.

Ad inizio ripresa Fabiano spende la carta Dino Fava che rileva uno sprecone Esposito. Il secondo tempo recita la trama dei primi 45’ minuti con il Savoia all’assalto dell’area avversaria, ma la prima occasione è per gli ospiti che rimediano un palo su azione d’angolo. Al 52’ secondo cambio per mister Fabiano: dentro un centrocampista Sardo al posto di Di Paola. Variazione di modulo al 4-3-3. Al 60’ occasionissima oplontina per agguantare il pari: gran cross dalla destra del neo entrato Sardo e stacco perentorio di Fava che trova il palo a negargli la gioia del primo gol in campionato. Il Savoia preme forte sulle fasce: da quella posizione nascono tutte le azioni più pericolose. L’ultima è di Caso Naturale che sfrutta una pennellata precisa di Del Prete, ma non trova la porta. La dea bendata non assiste di certo la compagine biancoscudata: Liccardo prova a pescare il jolly da calcio piazzato ma la sua traiettoria è leggermente fuori dallo specchio. Al 68’ terzo cambio per il Savoia: fuori Caso Naturale, dentro un altro esterno offensivo Emma. Al 71’ diagonale dal limite di Galizia che impegna Cangiano in angolo. Nonostante la continua pressione oplontina, il Savoia risulta troppo prudente e poco concreto in fase offensiva. La retroguardia ospite, ristagna stabilmente a protezione del portiere e cancella ogni iniziativa di Fava e compagni. Sono 4 i minuti di recupero che separano il Savoia da una clamorosa sconfitta. Fava ha sui piedi la palla per evitare la sconfitta, ma non la sfrutta a dovere. Finisce con l’impresa della Mariglianese che espugna il Giraud e raggiunge il Savoia a 3 punti in classifica.

su Marco Carlino

Leggi anche...

Coppa Italia, Savoia-Monte Di Procida 2-2: i bianchi acciuffano il pari per due volte ma non basta. Un solo risultato al ritorno

Dopo lo stradominio nel mini girone a tre squadre della Coppa Italia d’Eccellenza Campana, è ...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi