Home : Calcio Napoli : Un Napoli sprecone non chiude la partita e l’Atalanta ne approfitta. Al San Paolo è ancora beffa…

Un Napoli sprecone non chiude la partita e l’Atalanta ne approfitta. Al San Paolo è ancora beffa…

Non è finito il periodo di regali per il Napoli di Ancelotti che anche oggi ha gettato al vento punti pesanti contro l’Atalanta al San Paolo. Sotto il diluvio abbattutosi su Fuorigrotta prima e durante i 90′ e con pochi presenti sugli spalti la formazione azzurra ha prima dominato contro i nerazzurri trovando il vantaggio con Mertens nel primo tempo per poi crollare sul finale perdendo incredibilmente il match che avrebbe garantito a cinque giornate dalla fine il matematico accesso in Champions. Un peccato non aver chiuso la pratica dopo un dominio di oltre un ora e soprattutto dopo aver divorato tantissime palle gol in successione, e – come troppo spesso accaduto in questa stagione a Mertens e soci – la legge del calcio si è materializzata con l’incredibile salvataggio sulla linea da parte dei difensori atalantini sulla conclusione a colpo sicuro di Milik a Gollini battuto. Occasione che probabilmente avrebbe tagliato le gambe ai ragazzi di Gasperini e fatto calare i titoli di coda sulla gara, ma non è stato così anche per un po’ di sfortuna che probabilmente si accanisce sui partenopei. Gol mancato-gol subito in un amen: l’Atalanta ha prima trovato il pareggio al 70′ con Zapata e poi la vittoria nel finale con Pasalic. Ennesima gara da archiviare e che con maggiore attenzione e concretezza sotto porta si sarebbe portata a casa, adesso non serve continuare con le polemiche e con i processi ad un gruppo che dovrà difendere il secondo posto in classifica come obiettivo minimo stagionale. Poi ci saranno tanti temi da analizzare, a cominciare dall’esclusione di Insigne che fa pensare ad un futuro in bilico in azzurro dell’attaccante. Ancelotti dovrà prendersi le proprie responsabilità non tanto sull’esito della sua prima stagione conclusa a zero titoli quanto piuttosto su un mercato all’altezza in estate costringendo la proprietà ad investire per aumentare il tasso tecnico di una squadra da troppo tempo in cerca del salto di qualità che consentirebbe di aspirare a vincere qualcosa.

Foto: SSC Napoli

su Vincenzo Rea

Direttore Responsabile

Leggi anche...

Napoli-Inter, Zielinski: “Felice per il gol e per la prestazione”

“Sono felice per il gol e per la prestazione complessiva”. Piotr Zielinski ha aperto la sfida contro ...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi