WebNapoli24 - WN24

Murales Maradona, chi vive nella casa dove c’è la finestrella

Il murales dedicato a Maradona nei Quartieri Spagnoli ha assunto un ruolo emblematico nella città di Napoli, attirando quotidianamente migliaia di turisti. Dopo la vittoria dello scudetto da parte della squadra di Spalletti, la sua popolarità è cresciuta esponenzialmente, trasformandolo quasi in un luogo di pellegrinaggio sacro.

L’opera, realizzata dall’artista Mario Filardi, è ormai diventata famosa in tutto il mondo, e il numero di visite è aumentato in seguito al recente restauro e alla scomparsa del Pibe de Oro. Tuttavia, la conquista del terzo scudetto da parte degli azzurri ha aggiunto una magia ancora più intensa a questo luogo emozionante.

Murales Maradona, chi abita nella fenestrella? La storia di Ciro

Molte persone si sono chieste chi risieda nella casa con una finestra che si affaccia proprio sul murale. Beh, quella casa è abitata da Ciro e dalla sua famiglia. Ciro è un residente del quartiere, gestisce una piccola salumeria e tutti nella zona lo conoscono bene. E gli sono molto grati. Infatti, tutto il culto che si è sviluppato in questo angolo di Napoli è in gran parte merito suo.

Quello che altrove potrebbe sembrare strano o quasi offensivo, a Napoli diventa poesia, memoria collettiva ed espressione di una città in cui il sacro e il profano convivono senza conflitti. Una signora anziana ha raccontato a una turista appena scattata una foto: “Ciro, l’uomo che vive lì, tiene sempre chiusa quella finestra, giorno e notte, così le persone possono fare le foto”.

Un luogo simbolo della città

Ed è vero, Ciro non apre mai quella finestra, perché sa che se lo facesse potrebbe essere chiamato anche a tarda notte. Con un sorriso, ha raccontato in un’intervista: “Qualche sera fa, era sabato e saranno state le due di notte, ho sentito qualcuno urlare il mio nome dalla strada. Ho visto un ragazzo del quartiere, volevano fare una foto al murale. Ho chiuso immediatamente la finestra”.

Il murale di Maradona nei Quartieri Spagnoli rappresenta molto più di una semplice opera d’arte. È diventato un simbolo di Napoli, un luogo in cui il passato glorioso del calcio e la devozione per un idolo si fondono con l’essenza della vita quotidiana.

Ciro, con la sua modesta salumeria e la finestra chiusa, ha contribuito a creare un’atmosfera unica intorno a questo murale, rendendo possibile un’esperienza autentica per i visitatori che desiderano rendere omaggio a Maradona, il più grande di tutti.